cronache dal mondo delle rane  
 
 

Showroom
a cura di Rosa Dolomite


#2
Poltrona a dondolo MT3 (2008)

By Ron Arad Associates for DRIADE (2005 – Compasso d’Oro 2008)


misure: 80 cm x 104 cm x 78 cm
prezzo: 850,00 Euro

1_Caricare lo stampo in acciaio da nitrurazione – frric frric frric – appositamente fresato e texturizzato – tex tex tex – con un primo strato di polvere di polimero plastico colorato in pasta (bianco RAL 1013) in quantità pari a 1/10 del volume totale dello stampo. Scegliere il polimero polietene (PE, sintetizzato dall'etene secondo la reazione: n CH2=CH2 → [-CH2-CH2-]n, mediante polimerizzazione radicalica – stilc, stolc stlic, stloc).
2_ Iniziare a rotostampare – rotò rotò rotò: infornare lo stampo per 20 minuti a 250°, e contemporaneamente, movimentare – moov, rotò moov rotò – lo stesso molto lentamente secondo l’asse primario (direzione fissa) e l’asse secondario (direzione variabile); far ricoprire, fondere e aderire correttamente la polvere di PE su tutta la superficie dello stampo.
3_ Estrarre dal forno – sforn – e immettere lo stampo nella camera di raffreddamento per 20 minuti; refrigerare – frizz frizz frizz – per mezzo di aria e acqua seguitando a ruotare secondo le orbite primarie e secondarie programmate. Scongiurare che il manufatto si restringa o si deformi – scriciccic.
4_Introdurre il giusto quantitativo – frric frric frric – di polimero del secondo colore (arancio RAL 2009) e roto-co-stampare come sopra.
5_Rimuovere il corpo cavo – sform sform – concretizzato in un solo pezzo privo di tensioni interne e con buona uniformità dello spessore (la poltrona a dondolo MT3 monoblocco) dallo stampo, e tagliare – cut cut cut – i fianchi con macchina a controllo numerico a 5 assi (CNC). (rosadolomite)

#1
BMW Gina Light (2008)

By Chris Bangle, Director of design BMW Group _ car design

1_ Piattaforma di base: BMW Z4 Roadster > Ricavarne pianale, ruote, gruppo trasmissione e gruppo trazione.
2_ Tirare le linee di costruzione del telaio e della carena utilizzando sottili tubi - klok, ghiii - di alluminio temprato - klok, ghiii - ad elevata deformabilità (secondo le curve ASTM D674) e di fibra di carbonio e - klok, ghiii - kevlar rinforzato.
3_ Accoppiare i dispositivi elettro-idraulici alla struttura tubolare - stlok - per l’azione di controllo del moto delle portiere nonché del cofano della Gina Light - miiii. Testare l’accuratezza - moovv - del funzionamento.
4_ Incassare - stlok stlok - nella struttura il cristallo anteriore realizzato in materiale vetroso o in policarbonato termoformato antigraffio, infrangibile, anticorrosione, anti-UV e antiriflesso, fumé, sulla tonalità del marrone (PANTONE 731 C), facendo attenzione che non si formino - sghii, scrocc - e si propaghino cricche.
5_  Acquistare 20 metri lineari (altezza 3) di tessuto iperelasticizzato in trama e ordito, appositamente progettato per il settore aerospaziale, metallizzato per processo galvanico con micro-particelle di argento anodizzato - incroc incroc incroc - spruff spruuf. Stendere - frol - su un piano la stoffa; segnare le linee di taglio - pic pic pic pic - con apposito gesso da sarta (densità pari a 0.0024 kg/dm3) secondo cartamodello e - friiiz friiiiz tagliare friiiz.
6_ Cucire insieme i ritagli con filo grigio (PANTONE 877 C) in nylon extraresistente ma flessibile, di tipo HDT-559, con adatto macchinario per cucire tessuti elasticizzati - flop, frrush, tictictictictic, frrush, tictictic.
7_ Collegare le parti al telaio - frrush - tramite gli adeguati incastri e fissarle ulteriormente mediante l’applicazione di punti cuciti a mano con ago a punta aguzza (diametro = 1.3 micron – UNI EN ISO 6590) in acciaio inox martensitico - tic, friii - e il medesimo filamento extratenace usato precedentemente - tic, friiiii.
(rosadolomite)



Vedo
 

 
     

torna su

  CancelloArte2009  

Creative Commons License
L'intero contenuto di questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.